« Questo nuovo lavoro è un’efficace sintesi di umori e amori del chitarrista statunitense. Una decina di brani nei quali emergono in modo netto le coordinate del suo inverso musicale. Siamo sull’onda del jazz mainstream e swingante, dal robusto impatto ritmico e con innesti fusion.
I temi sono melodicamente eleganti (…), e conservano la memoria delle radici musicali afroamericane con alcune virato verso il rock.
Nello stile chitarristico Lamy si ispira al Larry Coryell del periodo con gli Eleventh House e soprattutto a John Scofield, cui lo accomunano il gusto bluesy e la ricerca del colore. Questo senza nulla togliere alla sua originalità e alla compattezza sonora del gruppo, guidato con mano sicura. »

Franchi

« alla sua originalità e alla compattezza sonore del gruppo, guidato con mano sicura »